Siamo giunt* all’ultimo capitolo del viaggio sensoriale iniziato il 5 febbraio scorso, in cui ogni due venerdì ho proposto consigli, link e idee per vivere del tempo personale immers* nell’estremo piacere e all’insegna della coccola più sfrenata.

Dopo aver parlato della vista, dell’olfatto, del tatto e del gusto, siamo giunti al capitolo UDITO… che ho lasciato per ultimo per riservarvi alcuni dei consigli più cari e personali che avevo in serbo.

UDITO

Fatti avvolgere dal suono senza fili

Dopo anni passati ad utilizzare auricolari con il cavo – che hanno la pessima abitudine di incastrarsi alle maniglie e agganciarsi agli oggetti attorno ai quali mi muovevo spostandomi in casa – mi sono decisa ad acquistare un paio di cuffiette senza filo.
Ero combattuta perché la decisione definitiva l’ho presa provando un paio di AirPods ed ero consapevole non avrei provato la stessa esperienza vissuta con un prodotto Apple con uno da venti euro ma, dopo averle testate per un mese, posso dire di essere soddisfatta dalle prestazioni di queste auricolari.
Le istruzioni sono chiare, il sistema touch funziona a meraviglia e finalmente posso ascoltare audio dal telefono e dal tablet semplicemente accendendo e spegnendo il bluetooth dei dispositivi e lasciando fare tutto ai loro sistemi.

Chi di voi, per collegare le auricolari con il cavo, ha bisogno del raccordo che trasforma l’ingresso di ricarica in ingresso audio?
Mettiamola ai voti: quanto è odioso cercare il cavetto e collegarlo ogni volta che avete una telefonata in corso o volete ascoltare musica ma vi servirebbero le mani libere?

Ora invece posso portare il telefono in tasca, il tablet nello zaino o sul tavolo e spostarmi, ascoltando comodamente l’audio senza il disturbo del cavetto che penzola al mio fianco.
Mi ha svoltato la vita, perché non ci ho pensato prima?

ASMR

Coniato nel 2010, il termine ASMR (acronimo di Autonomous Sensory Meridian Response, risposta autonoma del meridiano sensoriale) si riferisce a una sensazione di rilassamento, spesso sedativa, che parte dal cuoio capelluto e si diffonde al resto del corpo.

Fonte

Ho scoperto questo trend di youtube qualche anno fa casualmente, perché una delle influencer che seguivo ha creato uno dei suoi soliti video e l’ha registrato usando una tecnica a me, fino ad allora, sconosciuta: sussurrava e lasciava che ogni singolo rumore venisse registrato nitidamente dal suo microfono.
Movimenti lenti, voce sottile e rumori ambientali chiari e non casuali.
Il feed di youtube ha percepito il mio interesse e mi ha proposto canali tematici.
E’ stata una strada senza ritorno: ho scoperto che la sensazione di formicolio alla base della nuca, generato dal massaggio ai capelli e dall’ascolto di suoni ovattati e movimenti al limite dell’ipnotico, non è una mia caratteristica personale ma un fenomeno assolutamente comune.

Seguo quasi tutte le più famose creatrici di contenuti ASMR e adottato l’abitudine di ascoltare un video casuale della categoria quando è ora di dormire.
Nel giro di un minuto finisco tra le braccia di Morfeo.

Tra i tanti canali di ASMR, segnalo Chiara e Giulia, tra le mie preferite in Italia
Chiara ASMR | Giulia Spano ASMR

Rumori bianchi

I rumori bianchi che – come i video ASMR, provocano nella maggior parte degli ascoltatori una sensazione di estremo rilassamento – sono particolari tipo di rumore caratterizzato dall’assenza di periodicità nel tempo e da ampiezza costante su tutto lo spettro di frequenze.

Per intenderci, la pioggia, le onde del mare, l’aspirapolvere acceso, il ventilatore e il phon sono rumori bianchi e, in tempi non sospetti, ricordo che un amico mi raccontò di adorare addormentarsi con il rumore del phon acceso nelle orecchie.

Su youtube ci sono playlist e canali dedicati anche a questo specifico ambito.

Musica Rilassante

Prima di scoprire l’ASMR, per preparare gli esami universitari, una delle colonne sonore che prediligevo erano le playlist di musica rilassante, anche loro presenti su youtube in grande quantità e appartenenti a numerose varianti.

Solo pianoforte, solo violini o un mix di strumenti che creano l’atmosfera perfetta per rilassarsi e meditare: se siete mai stati in una SPA avete presente lo stato di grazia che si prova, tra luci ovattate, oli essenziali nell’aria e sottofondo musicale strumentale.

Audiolibri

Se, anziché sprofondare nel letto o nel divano con il preciso intento di addormentarci, vogliamo rimanere vigili e farci avvolgere da qualcosa che ci coinvolga più che mandi in trance, la scelta perfetta è quella di mettere un audiolibro nelle orecchie e farci catturare dalle storie.

Uno dei nuovi modi per fruire di un libro senza doverlo tenere in mano e affaticare polsi e vista è ascoltarlo, letto da professionisti della voce o appassionati del mestiere.

Audible è il servizio di Amazon sul quale acquistare e ascoltare audiolibri e podcast, il suo primo mese gratis permette di vivere l’esperienza e scegliere se rinnovare e iniziare a pagare un abbonamento.

Per comprendere se l’audiolibro sia lo strumento adatto a voi, potreste provare a seguire la rubrica “Un libro al mese”, in cui propongo una traccia libro di youtube divisa in capitoli che facilita la suddivisione della lettura nel mese.

Chiudo l’articolo proponendovi l’extra qui sotto:

Vi è piaciuto questo viaggio? SORPRESA!

Avete seguito la rubrica – o l’avete recuperata dopo aver trovato casualmente uno dei cinque articoli navigando su Google – e vi è piaciuto partecipare alla lettura di ogni tappa?

Venerdì prossimo pubblicherò un riassunto digitale in versione e-book, da poter inviare al vostro e-reader e poter consultare comodamente per cogliere isirazione ogni volta vogliate.

Segnate la data sul calendario
9 aprile 2021
“Viaggio Sensoriale per un ME TIME di qualità | Raccolta SCARICABILE”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.